Il corso si è concluso il giorno 31 Dicembre 2017

Il dolore pelvico è una problematica estremamente frequente nella pratica clinica la cui gestione coinvolge diverse figure professionali, dal medico di medicina generale a vari specialisti (urologo, ginecologo, chirurgo generale, gastroenterologo, neurologo, radiologo, farmacista…). A causa dell’estrema varietà di situazioni cliniche alla base di questo sintomo spesso risulta estremamente difficile individuarne l’eziologia.
L’obiettivo di questo corso è focalizzare l’attenzione sulle diverse situazioni cliniche alla base del dolore pelvico acuto e cronico, concentrandosi principalmente su quelle pertinenti la sfera uroginecologica. Si analizzano pertanto le principali patologie urologiche (infezioni delle vie urinarie, coliche renali, cistite interstiziale…), e ginecologiche (patologia ovarica, endometriosi…) capaci di provocare dolore in regione pelvica e i principi generali di terapia di queste affezioni.

Ci sono 207 commenti, e tu?

Lascia un commento

Ultimi commenti

  1. Sabrina Donazzan ha detto:

    argomento ben trattato; corso interessante

  2. anna secchiero ha detto:

    ben fatto e fruibile

  3. Guido Alberto Siviero ha detto:

    Argomenti mollto interessanti per la pratica quotidiana.
    Piattaforma eccellente , Complimenti

  4. salvatore orsini ha detto:

    patologia complessa esposta in modo eccellente

  5. LUCA CALZOLARI ha detto:

    grazie ottimo fad

  6. Alessio D'Agostini ha detto:

    argomentazioni interessanti ed utili

  7. FRANCESCO JESU ha detto:

    CORSO BEN SVILUPPATO E DI FACILE APPRENDIMENTO PER I NON SPECIALISTI

  8. EDOARDO CARULLO ha detto:

    Corso ben fatto

  9. GIUSEPPE CIANCI ha detto:

    GLI ARGOMENTI SONO STATI TRATTATI CON COMPETENZA SUSCITANDO NOTEVOLE INTERESSE ANCHE IN CHI COME ME NON HA MOLTISSIMA DIMESTICHEZZA CON L’ARGOMENTO TRATTATO.

  10. Bruno Maria Buccoliero ha detto:

    Utilissima review di una serie di patologie uro-ginecologiche quotidianamente affrontate nella pratica ambulatoriale. Grazie.